NON É UN PAESE PER GIOVANI AL CINEMA ROMA

CINEMA ROMA SEREGNO

da venerdì 31 Marzo a lunedì 3 Aprile
orari spettacoli: venerdi,sabato e lunedì ore 21,15 – domenica ore 15,00 – 17,30 – 21,15
Ingressi feriali € 6,00 ridotti € 5,00 Festivi € 7,00 ridotti € 5,50

NON É UN PAESE PER GIOVANI

Regia di Giovanni Veronesi. Con Filippo Scicchitano, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco, Sergio Rubini, Nino Frassica.  Italia, 2017, durata 105 minuti.

Sandro e Luciano fanno i camerieri in un ristorante ma coltivano sogni più grandi: Sandro, figlio di un edicolante pugliese che si improvvisa fruttivendolo abusivo, vorrebbe diventare uno scrittore, mentre Luciano, figlio di un giornalista, vorrebbe vedere i suoi orizzonti allargarsi, anche se non sa bene in quale direzione. È Luciano a trovare l'occasione giusta per entrambi: la possibilità di aprire il mitico chiringuito sulla spiaggia a Cuba, dove il mare è trasparente e la connessione Internet è centellinata dallo Stato. A Cuba i due amici troveranno ad aspettarli Nora, un'espatriata italiana stramba ma a suo modo autentica e profonda.

Non è un paese per giovani, a differenza della sua controparte dei fratelli Coen, è un vero spaccato di vita vissuta. Una finestra sul mondo dei ragazzi di oggi, sempre troppo limitati dalla loro patria e costretti ad andare lontano, spesso oltreoceano, per vedere i loro sogni realizzarsi o, per lo meno, contare su un futuro stabile e concreto.
Giovanni Veronesi, cercando di sottolineare l'elemento realistico e veritiero del suo film, apre la pellicola con un'interessante carrellata di piccole clip di ragazzi partiti e che hanno continuato i propri studi, o hanno potuto investire i loro saperi, in un Paese che gli garantiva un futuro certo. Negli occhi di questi giovani, allegri, indaffarati e felici dell'attenzione che quel Paese gli stava offrendo, si legge inevitabilmente quel velo di malinconia, di nostalgia, quella finta speranza di poter tornare nella terra delle loro origini quando, un giorno ancora troppo lontano, ci sarebbe stato spazio per loro.

I commenti sono chiusi