“METTI UNA SERA A TEATRO” CINETEATRO ASTROLABIO

"METTI UNA SERA A TEATRO"
CINETEATRO ASTROLABIO

Una breve rassegna di teatro, tanto per iniziare a "gustare" rappresentazioni teatrali
di alto livello qualitativo.
Prodotte da compagnie teatrali professioniste che operano in Brianza.
Un modo anche, per valorizzare le straordinarie capacità e professionalità presenti sul nostro territorio.

Inizio spettacoli ore 21.30 - prezzi: intero 10,00 - residenti e convenzionati € 9,00 - over 65, studenti, associati € 8,00

 

Venerdì 24 febbraio                       Gaya – Attenzione Fragile

Testo e regia di GIUSEPPE DI BELLO - con NAYA DEDEMAILAN -
Scene e costumi ESTER CASTELNUOVO.

gaya-locandina1“GAYA” è una ragazza, all’apparenza fragile, che si rivolge direttamente al pubblico per narrare in prima persona la scoperta dei suoi sentimenti; a partire da un’infanzia tenera e buffa fino al momento in cui questa si trasforma in un’adolescenza goffa e turbata all’interno di una famiglia incapace di comprendere la sua realtà, e poi ancora fino alla consapevolezza di sé e della propria omosessualità.
E’ a questo punto che lo spettacolo, prima sciolto e divertente, si fa via via sempre più intenso ed emozionante.
Raccontare la propria storia è per lei l’occasione per far sapere cosa vuol dire sentirsi “sbagliati”, le difficoltà che si possono incontrare nel rapporto con gli altri a partire da chi è più vicino, del dolore di dover tenere nascosti i propri sentimenti per il timore di essere derisi, scherniti o perfino picchiati e in ogni caso emarginati, e di come questi, prepotentemente, un giorno possano esplodere e sbocciare in un amore bello e intenso come qualunque altro amore.
Gaya può certamente essere considerato un contributo emozionale contro l’omofobia, ma il nostro desiderio è anche quello di riuscire ad attivare, soprattutto con i giovani, una riflessione su come la diversità, per nostra fortuna, riguardi ogni più piccolo elemento della nostra vita.

Approfondimenti


Venerdì 17 marzo speciale FESTA DELLA DONNA

Millima Teatro presenta
Fuori onda, prove di trasmissione
di Mimma Pieri con Mimma Pieri e Lilla Valcepina

millima-fuorionda1Due donne, due conduttrici televisive, si incontrano e scontrano prima e durante la diretta del programma culinario “Direttamente alla brace e ti piace”. Sembrerebbe l’ennesima giornata di lavoro sottopagato e svilente, l’ennesimo duello a colpi di tette invisibili e figli inesistenti, tacchi appuntiti e lingue affilate per macellarsi e ridursi ad inutili brandelli di donne. Una trasmissione televisiva, la solita: pregiudizi e stereotipi serviti come prelibati ingredienti. Invece no. Oggi il boccone è amaro e la trasmissione indigesta: che prostituzione, che oppressione. Come pentole a pressione le due donne esplodono tra mannaie, mestoli e mattarelli. Non si salva nessuno: il capo bavoso, il collega maiale, i pregiudizi continui, la Storia tutta. E’ tutta un’altra storia, tutta un’altra vita. Finalmente.

Approfondimenti


Venerdì 21 aprile  speciale 25 APRILE

Piccolo Teatro Pratico in
PEZZI! I quattro giorni di Plinio
di e con Davide Colavini

pezzi_2015In una provincia montana della Lombardia c’è una piccola comunità abitata da pochi contadini che vivono da sempre con proprie regole autarchiche. La guerra è finita da poco, l’Italia è uscita dal periodo fascista e sta lentamente ricostruendosi. Plinio, questo è il nome della località, non è stata toccata granché dal conflitto: i pochi passaggi di partigiani e tedeschi hanno permesso agli abitanti di mantenere usi e abitudini come prima della guerra. Qui lo sguardo non è rivolto alla ricostruzione, ma al mantenimento, alla conservazione delle abitudini del minuscolo paesino intento in un ripetitivo stillicidio di giornate tutte uguali. Italo è un giovane contadino che, grazie alla chiamata della leva militare, per la prima volta esce da quella terra: lascia un lavoro, il padre e la fidanzata per servire la nuova Repubblica Italiana a Pesaro. Qui conosce Lucia, una giovane cameriera marchigiana. I due s’innamorano e lei cambierà la sua vita per lui, ma l’arrivo della forestiera sconvolgerà la comunità di Plinio.

Approfondimenti

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

I commenti sono chiusi