BALLERINA – RASSEGNA FABULOSA

Cinema Roma Seregno-Rassegna cinemaBimbi Fabulosa
Organizzata in collaborazione con Comune di Seregno Assessorato alle Politiche Sportive ed alle Attività Giovanili
Ingresso posto unico € 4,00 – posti disponibili in prevendita.
Spettacolo unico ore 15,30
link al programma completo

SABATO 01 APRILE
BALLERINA
Regia di Eric Summer, Éric Warin. Genere Animazione - Francia, Canada, 2016, durata 89 minuti.

Félicie sogna di diventare ballerina, Victor si immagina grande inventore. Orfani in Bretagna, fuggono a Parigi per realizzare i loro desideri. Con le nuove avenue del barone Haussmann e la costruzione della torre Eiffel, la Ville Lumière è in piena trasformazione. Entusiasti e ottimisti come la Parigi di fine Ottocento, comprendono presto che per vivere dei propri sogni bisogna impegnarsi molto. Aiutata da un'étoile caduta in disgrazia, Félicie trova in Odette un'insegnante e una guida per disciplinare la sua esuberanza. Tra l'esercizio della danza e il ruolo prestigioso sul palcoscenico dell'Opéra ci sono però Camille, rivale temutissima, e Madame Le Haut, implacabile madre di Camille, pronta a tutto pur di assicurare un ruolo alla figlia ne Lo Schiaccianoci. Ma nella danza come nella vita per riuscire serve il cuore.

Parabola sulla forza della perseveranza, Ballerina cerca un dialogo esclusivo con l'infanzia puntando sul ritmo sfrenato, la peripezia, i capitomboli, la caricatura. Concreto e poco stratificato, il film di Éric Summer ed Éric Warin, va visto con gli occhi di un bambino. Più indirizzato, fin dal titolo, alla sensibilità femminile, Ballerina si regge sulla struttura narrativa del mito dell'orfano perseguitato che deve riscattarsi con un'impresa eroica. Nello specifico, affronta una selezione in classe, si scontra con una rivale e debutta in palcoscenico.
Energia e bellezza della protagonista non possono che coinvolgere i bambini, che sentiranno con forza maggiore i torti subiti dalla loro eroina. Inscritto nel contesto poetico dell'apprendistato artistico, coreografato addirittura da Aurélie Dupont, direttrice del balletto dell'Opéra di Parigi.

I commenti sono chiusi